90 keywords in 90 giorni: Terza posizione su Google con 25.151 visite mensili

Con un valore di circa 10 miliardi sul mercato Italiano, il gioco d’azzardo online è uno dei settori più redditizi, ma nel contempo anche più competitivi.

Dalla nascita del primo casinò Italiano nel 1638 a Venezia, è solo con la rivoluzione digitale degli anni 2000 che le scommesse online si diffondono a macchia d’olio in tutto il Belpaese, finché durante la pandemia del 2020 diventano veramente virali. 

Appunto nell’estate del 2020, nel momento di picco di mercato, il mio cliente ha richiesto di posizionare il proprio sito web sui motori di ricerca.

Come si posiziona un sito rapidamente nel mercato più spietato e difficile?

La risposta breve è che si studia Google e si individuano parole chiave redditizie, ma sconosciute al settore e si costruisce una porta d’ingresso, che fino ad allora nessuno aveva pensato di sfruttare.

Il nostro compito era quello di creare un sito web ottimizzato per i motori di ricerca, posizionando una keyword con altissima competizione come “migliori casinò online”.

Una sfida impossibile?

Forse, ma quando ho chiesto al cliente quanto budget avevo a disposizione e quanto tempo avevo per completare il lavoro, la risposta fu immediata e senza ripensamenti “ Ho soltanto 20.000 euro da spendere quest’anno” e poi aggiunse “il prima possibile”.

La sua visione era corretta, posizionarsi in quel settore con rapidità, gli avrebbe garantito forse 10 o 20 volte il ritorno sull’investimento, ma i tempi erano strettissimi.

È più importante essere popolare o sembrarlo?

La popolarità non arriva in un giorno, ma serve tempo per costruirla.

Sia per le persone, che per i siti web, il modo migliore di iniziare è quello di sembrare popolare all’inizio, per poi diventarlo davvero.

Per i siti web esiste un giudice, imparziale ma anche senza pietà, che decide chi è popolare e chi no, in base ai numeri, in base soprattutto alle PR digitali e cioé il link building.

Google cerca informazioni oggettive per definire la popolarità di un sito ed i collegamenti in entrata da altri siti sono un ottimo indizio di popolarità.

Ogni link in entrata è come una persona che parla bene di te e quanto più autorevoli, tanto più il tuo valore e quindi la tua popolarità.

Competitive Intelligence

Ora che ci siamo capiti sulla teoria veniamo alla pratica: con la discovery abbiamo scoperto che i competitor avevano in media 500 domini (links) collegati ai propri siti, con un costo medio di circa 300 euro a collegamento, usciva un valore astronomico, di circa 150.000  euro.

Se ciò non bastasse, i concorrenti non stavano fermi, perché aumentavano costantemente i collegamenti, al ritmo di 30 nuovi links al mese.

Ci siamo resi conto che il budget era insufficiente per il mercato richiesto, ma soprattutto il tempo necessario era di circa 6 mesi.

Stavamo forse accettando una missione impossibile?

Forse, ma il bello delle sfide è proprio questo: ti metti alla prova, affronti il problema di petto e trovi soluzioni geniali ed efficaci, che nel giro di 90 giorni portano 25.151 visite al sito web e riempiono le tasche del cliente con le commissioni.

Ecco perché si chiama caso di successo!

La strategia

Una delle più grandi sfide per gli imprenditori è quella di portare risultati.

Molto spesso si parte con aspettative troppo alte, oppure con ingenuità e si promettono risultati, che poi non si raggiungono.

Ma non questa volta.

Dopo l’analisi competitiva siamo scesi nel dettaglio delle parole chiavi correlate, cioè i termini di ricerca, che nascondevano un intento più forte nel convertire per lo specifico settore del gioco d’azzardo.

Abbiamo realizzato una approfondita analisi di parole chiave, per dare una risposta sensata al nostro cliente, perché dovevamo posizionare rapidamente e senza uscire dal budget.

Qui usiamo strumenti professionali con nomi strani, che ci permettono di conoscere il valore di ogni singola parola chiave, in base alla concorrenza ed al volume di traffico.

Abbiamo individuato parole chiave con bassa concorrenza ed un volume di traffico di 200 visite al mese minimo.

risultati con bassa competitività

Uno degli strumenti di analisi (con uno di quei nomi strani) indica la difficoltà di ogni parola chiave: questa sezione si chiama appunto KD (Difficoltà della parola chiave) ed indica quanto lavoro sarà necessario perché Google la indicizzi in posizioni visibili.

Questo dato non è sempre affidabile al 100%, ma è un indicatore su cui basiamo il nostro lavoro per decidere rapidamente quali parole chiave sono processabili.

Il Piano editoriale

Quando si parte per un viaggio e si vuole arrivare alla meta il più rapidamente possibile, si imposta un navigatore satellitare, che non le odierne tecnologie, ci guida passo passo verso la destinazione, correggendo la rotta se necessario.

In Trendfinders facciamo la stessa cosa con il piano editoriale, cioè un calendario di pubblicazione di contenuti specifici, creati sulla base delle parole chiave individuate, dopo averle categorizzate in un foglio di lavoro.

Con un obiettivo così ambizioso di posizionare rapidamente la homepage del sito per la parola chiave “migliori casinò online”, non potevamo permetterci errori, altrimenti avremmo sforato non solo il budget, ma soprattutto non saremmo riusciti ad avere il controllo sui tempi.

Abbiamo suddiviso il budget al 50% per il link building ed al 50% per la redazione di contenuti, con un ritmo di 1/2 articoli al giorno per i successivi 6 mesi

Il gioco degli scacchi

A volte ti rendi conto della difficoltà di un percorso solo quando lo affronti, nonostante tutte le ore di preparazione e di studio che hai svolto prima.

Nello svolgimento dell’incarico ci siamo resi conto della struttura dei contenuti necessari a generare il posizionamento: migliori i contenuti, minore il costo di link building, perché i siti esterni citavano più volentieri buoni contenuti in un settore in cui il contenuto medio è davvero mediocre.

Questa considerazione ha cambiato completamente il nostro ritmo di pubblicazione e l’attenzione alla qualità del contenuto, che nei successivi 90 giorni ci ha permesso di farci indicizzare per 90 parole chiave sull’indice di Google.

Questo lavoro ha stabilizzato le visite al sito web a 25.151 circa al mese.

traffico reale cliente

Quanto costa un buon posizionamento?

Semplifichiamo il ragionamento con il mercato immobiliare: quanto più sei vicino al centro, tanto più i costi di un immobile aumentano.

Allo stesso modo è convinzione comune che si può posizionare un sito sui motori di ricerca solo con altissimi investimenti finanziari.

Ma così come nel mercato immobiliare si possono trovare degli affari, come ad esempio una eredità contesa, un fallimento, un immobile da ristrutturare, etc… e quindi si possono ottenere prezzi ridotti, allo stesso modo nel posizionamento SEO, la strategia fa la differenza in termini di risultato, paragonati al budget.

Ho fatto risparmiare al cliente circa 130.000 euro rispetto al costo richiesto per ottenere risultati straordinari, raggiungendo non solo un buon posizionamento, ma anche consolidandolo grazie a contenuti di qualità superiore rispetto a quelli dei concorrenti, in un settore in cui il turnover (cioè il ricambio) sulle posizioni di Google è molto rapido.

Cosa pensate abbia fatto subito dopo il nostro cliente?

Ci ha chiesto di alzare il tiro, così come egli stesso ha aumentato il budget per posizionare parole chiave ancora più difficili e redditizie.

Sono certo che tornerò di nuovo a parlare di questa storia, con interessanti ed avvincenti aggiornamenti su come il mio cliente diventa ogni giorno più ricco grazie al nostro lavoro.

DIVENTA ANCHE TU UN CASO DI SUCCESSO!

Diego Torres

Ciao! Mi chiamo Diego Fernando Torres, se sei arrivato qui è perché vuoi conoscere la persona dietro a questa Web Agency. Pubblico sul mio sito personale strategie per monetizzare siti web a livello professionale.

Lascia un commento

Inizia La Chat
Come possiamo aiutarla?
Scan the code
Trend Finders
Salve 👋

Sono il Trendbot, risponditore automatico della Trend Finders, come posso aiutarla?